Vai a sottomenu e altri contenuti

Territorio

Situato a circa 80 Km da Cagliari, lungo la S.S.128, incrocio S.S. 197, riparato fra due colline di rocce calcaree (Cruccurìga e Tàccu), Nurallao (Nuràdha in sardo) è un centro del Sarcidano di circa 1450 abitanti, spartiacque tra la vasta piana del Campidano e i territori tipicamente agropastorali dell'interno. Veduta di Nurallao Veduta di Nurallao

Il territorio è compreso tra i 329 e i 761 metri sul livello del mare. L'escursione altimetrica complessiva è pari a 432 metri. Si estende per 3.436 ettari, di cui 1.200 a superficie agraria e 1.700 boschiva. L'ingresso del paese L'ingresso del paese

Le acque del Rio Sarcidano, che alimentano il lago Is Borrocus, nascono in maniera spettacolare nel Parco comunale di ''Funtana Is Arinus'', dove rumoreggiano le bellissime cascate con salti di oltre 15 metri e immerse nel verde, con le quali il Rio Sarcidano inizia la sua corsa verso il lago. Cascata Parco di Is Arinus Cascata Parco di Is Arinus

Il Parco tutela uno splendido bosco naturale di querce, agrifolgi, lecci, corbezzoli, mirti, filliree etc. con cascate e sorgenti e si trova a monte del paese. Cascate Su tuvu Cascate Su tuvu

Il territorio comunale è movimentato da biancastre formazioni di roccia calcarea i cui banchi superficiali sono stati utilizzati fino ad un recente passato per produrre calce (craccina) di ottima qualità.

Nurallao possiede cospicui giacimenti di argille refrattarie, smetiche e di caolino e attualmente circa 60 ettari del suo territorio è in concessione all'attività estrattiva. Nelle rocce calcaree si imprime la storia geologica nurallaese. Frequentemente vi si trovano interessanti fossili marini miocenici.

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto